Archive for sport

La nuova avventura del Siracusa: verso la B?

La nuova avventura del Siracusa: verso la B?.

Basket Femminile: pesante sconfitta contro la Germania, tutto da rifare nell’Additional Round

Ancora problemi per il basket femminile italiano,quando i vertici federali sono gli unici a non sapere che Santino Coppa è un tecnico che ne potrebbe risollevare le sorti.

Basket Femminile: pesante sconfitta contro la Germania, tutto da rifare nell’Additional Round.

Sfoglia la margherita Ugolotti

Diverse le opzioni che si prospettano per la scelta di Ugolotti in vista della cruciale sfida col Foggia, così come sono emerse dalla partitella infrasettimanale dove tutte le squadre che sono state schierate, hanno sviluppato indicazioni significative sia per la sostituzione dello squalificato Mancosu, quanto per il rientro di Mancino e la definizione del fronte d’attacco. Tenendo nel debito conto, naturalmente, che si debbono necessariamente assicurare equilibri ad una squadra che deve essere sagace e veloce nell’approfittare delle immense praterie che solitamente concede il Foggia targato Zeman.Tutti interessanti i temi sviluppati per le scelte che il tecnico di Massa si troverà a dover operare, nell’allenamento sia nel primo tempo che nel secondo tempo. Dovrebbe essere presumibilmente la squadra in casacca blu del primo tempo che includeva Baiocco, Pasqualini, Moi,Ignoffo, Pepe, Corapi, Spinelli,Bufalino,Koffi,Mancino,Abate. Mancino ha dimostrato evidenti segni di miglioramento ma anche Koffi appare sempre più inserito nelle manovre aretusee. Parecchi i giocatori che esibiscono una gran voglia di trovare posto in squadra. Abate è apparso più ordinato del solito anche nelle conclusioni. Nel secondo parziale si registrava solo un gran gol di Mancosu che sfortunatamente non sarà disponibile perchè squalificato. L’agonismo nella partitella non ha lasciato a desiderare com’era piuttosto facile prevedere in vista della sfida con i pugliesi di Zeman. Diverse dicevamo le indicazioni interessanti perchè hanno concertato bene per esempio Torregrossa e Koffi . Corapi che appare il più accreditato alla sostituzione di Mancosu si è dimostrato pronto non solo al pressing a tutto campo ma anche alle conclusioni da lontano oltre che su calci piazzati. Da tenere in considerazione Desideri molto frizzante,per l’intera partitella ma anche Bongiovanni pur se utilizzato soltanto per un tempo.

Quand'era con la maglia dei satanelli

E adesso: ci sono altre sette partite di speranza!

E matura ancora una volta una sconfitta in trasferta per il Siracusa di Ugolotti che aveva fatto lavorare sodo la sua pattuglia nella settimana che ha preceduto la trasferta in quel di Lanciano,contro la squadra di Camplone che seppure non esprimendosi in maniera trascendentale riesce a segnare un golletto e  a conservarlo sino alla fine.

Si trattava di una sfida tra due squadre che puntano entrambe alle posizioni da play off in questo girone B del campionato di Prima Divisione e che ha visto per certi aspetti gli aretusei,regalare un tempo agli abruzzesi salvo a sbracciarsi nel secondo tempo con l’entrata dei più tonici Abate e Corapi.

Purtroppo stavolta non sono state condivisibili le scelte operate dal tecnico di Massa che ha continuato a dare fiducia a Bongiovanni che si era allenato a scartamento ridotto e a un Koffi che si era dannato l’animo per conquistarsi un posto in squadra ma che è ancora lontano  dall’avere raggiunto la migliore condizione agonistica.

E quindi anche con i limiti dinamici che gli vengono riconosciuti sarebbe stato meglio affidarsi all’esperto tarantino Vincenzo Cosa che possiede ancora una voglia matta di lottare.

Adesso come segnalava il vicepresidente Marco Mauceri,mancano ancora sette partite per continuare a coltivare il sogno dei play off,non tralasciando di valutare il fatto che questa squadra di sicuro non era stata costruita per puntare ad obiettivi di prestigio.

Ma occorre innanzitutto fermare il passo di questo Foggia che sta viaggiando,proprio in questo periodo,come un treno e poi riuscire a invertire la tendenza in trasferta perché nelle partite che ancora mancando da disputare si gioca maggiormente fuoricasa.

Quindi due quiz da risolvere,prima i problemi del centrocampo aretuseo e poi quelli dell’attacco ,si spera, puntando anche al recupero dell’ex attaccante del Melfi, Chiaria.

Coppa : adesso viene il bello!

E di questi tempi viene fuori il carattere e la grinta dei quintetti che da sempre si avvalgono della guida di Santino Coppa. Puntualmente. Pareggiato il primo quarto all’inizio del secondo tempo è ancora l’Erg Priolo, a costringere le avversarie ad una stancante difesa e, contropiedi poco efficaci. Il terzo quarto, archiviato dalle priolesi sul 51-38, incornicia la prova superlativa di Silvia Favento, 19 punti, migliore in campo e finalmente strepitosa. Nel corso dell’ultimo minitempo, l’Erg Priolo controlla la gara, imponendo un ritmo forsennato alle avversarie ed incrementando il punteggio finale, che si assesta sul 74-50. Santino Coppa entusiasta ha così commentato l’ennesimo risultato positivo delle sue ragazze.                                                                                                                                     <E’ stata una partita di carattere – afferma il tecnico –  importante in vista dei play-off. Praticamente abbiamo messo i piedi nei play-off ed ora è importante non uscire. Una partita in cui è emersa Silvia Favento che, finalmente, ha espresso per intero tutte le sue potenzialità e, con 19 punti all’attivo e una valutazione di 18, è sicuramente stata la migliore in campo, insieme al play Marija Eric. Comunque, tutta la squadra oggi si è espressa bene fuori casa, contro un Napoli assetato di punti>.                                                Coppa si sofferma anche sulla poco gradita vittoria, contro Taranto, della diretta rivale Pool Comense, attesa il 6 marzo a Priolo.                                            <Purtroppo – continua Santino Coppa – mi dispiace della vittoria casalinga della Pool Comense contro Taranto, in leggera crisi, che rischia di falsare il campionato. Fortunatamente, la prossima domenica Como sarà a Priolo e ci toccherà vincere almeno con uno scarto superiore a cinque punti>.

Coppa: adesso viene il bello !